joomla template

Domenica 16 Dicembre 2018
6° Edizione Torneo "Six di Marca"
Scritto da Ilario Zanatta    Domenica 30 Settembre 2018 09:48    PDF Stampa E-mail
Minirugby

Six di Marca 29.09.2018Villorba 29 settembre 2018
Oggi, sul parterre del Villorba Rugby, che tanti scontri, gioie e dolori ha ospitato in oltre 40 anni di storia di sport di squadra, si sono ritrovate 06 società della Marca Trevigiana, ed i loro meravigliosi atleti: 102 atleti under 12 provenienti da Mogliano Veneto, Valdobbiadene, Conegliano Veneto, Tarvisium Treviso, Montebelluna ed ovviamente Villorba. Il sole ed una stupenda brezza settembrina hanno accolto sul verde dei campi di via Marconi a Villorba, il futuro sportivo del rugby di Marca. Torneo ideato, voluto e sostenuto da un colorito gruppo di attempati amanti dell’ovale, e quest’anno sostenuto dai fondi raccolti nel passato inverno dai “senatori” del “Six Nations Vin for Life” e dai due sponsor Mauro Nardin Traslochi e Sonda Iniziative di Promozione.
L’arena villorbese è arrivata generosamente ad ospitare anche quest’anno, questa iniziativa sportiva di inizio stagione, ispirata esclusivamente ad esaltare la voglia di aggregazione e gioco, dove il risultato, innegabilmente importante, è secondario rispetto all’obiettivo di far vivere ai giovani virgulti di Marca, la gioia del divertimento ludico e di una giornata non disturbata dalla trance agonistica. In effetti tutto permea questa volontà, dal regolamento di gioco, che obbliga le squadre a far giocare tutti i giocatori, od assegnare punti anche alle sconfitte, ad i premi assegnati ai singoli giocatori come l’altruismo tattico ed il fair play, e  non ultimo “el piron di legno”: tutto ciò a voler sottolineare la fonte ispirativa del torneo, il piacere del gioco.

E la giornata è tutta loro, dei ragazzi in campo, dall’inno nazionale, cantato senza base musicale dai giocatori, all’intensità di gioco espressa in campo e bordo campo: si perché a rugby le cosiddette riserve sono squadra, anche quando non partecipano alla disputa marziale. Il sole ha illuminato corse, placcaggi, handling vissuti con passione, ma senza trascendere. Il torneo all’italiana è stato vinto anche quest’anno dall' Asd Villorba Rugby, e così il trofeo ovale del Maestro Varisco resterà alla club house della società ospitante per un altro anno. Ma tra le idee del manipolo di senatori del “Six Nations Vin for Life” quest’anno c’era quella nuova di coinvolgere anche i giocatori di tutte le altre squadre non baciate dalla gioia della dea alata: tecnici come Stefano Tonetto, allenatore della squadra femminile del Villorba, e Tanzio Mattiuzzo, direttore tecnico del Conegliano, hanno durante il torneo individuato 15 giocatori selezionati tra le altre cinque squadre, per creare una compagine variegata, non attaccata ad una maglia, ma solo alla voglia di giocare….i “Barbarians del Six di Marca”. Ebbene la partita finale tra la vincente del torneo e questo gruppo di ragazzi, sconosciuti tra loro, privi di un minuto giocato insieme nel loro vissuto, hanno esaltato questo ideale: giocare è bello, stare insieme esaltante, fidarsi di uno sconosciuto,  una scoperta meravigliosa. In campo una partita esaltante, 10 minuti di vero piacere estetico. Finale 5 a 3 per i “Barbarians” tra la gioia di tutti i loro compagni tifosi a bordo campo. Risultato che non ha modificato quello del torneo, ovvero la vincita della compagine vllorbese.
Ma avreste dovuto vedere la gioia di quei bambini scelti, ancora di più l’orgoglio dei loro compagni a vedere qualcuno di loro nominato a portare in campo non una maglia, non una società, ma il buon gioco: ecco, oggi lo sport ha vinto, e come sempre lo hanno vinto loro, i bambini, privi anche di allenatori urlanti ma capaci di trovarsi, sostenersi, insistere ed onorare il campo.
A premiare poi la vincente il presidente del Villorba Alessandro Pietrobon, mentre Sara Barattin , Aieie, Veronica Ferrarese e Micol Cavina hanno premiato l’unica giocatrice donna in campo, ed i tre scelti come miglior placcatore, miglior fair play e miglior altruismo tattico. Piron di legno al Valdobbiadene.
Classifica finale con Villorba a 18 punti , Montebelluna a 15 ex aequo con Mogliano ma con maggior numero di mete fatte, Tarvisium, Conegliano e Valdobbiadene.
Si ringrazia il Villorba Rugby per l’ospitalità , la Diva Cecconato per il club house ma soprattutto i ragazzi per lo spirito dimostrato in campo, perché oggi il vero vincitore è stato il gioco.

Davide Naldi

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information
 
Seguici su Facebook
Visita il nostro canale

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information