joomla template

Giovedì 21 Giugno 2018
Under 16
Villorba vs Benetton 21 - 28
Scritto da Ilario Zanatta    Mercoledì 11 Aprile 2018 10:40    PDF Stampa E-mail
Under 16

Foto squadra U16 1Ieri, nella giornata perfetta per una partita di rugby, campo e tempo ideali, i nostri ragazzi hanno disputato l’ultima partita della stagione tra le mura amiche contro la Benetton.
Il gioco espresso ha mostrato i grandi progressi compiuti dalla squadra anche se qualche black out, costante dall’inizio della stagione, ancora è stato concesso.
Nel complesso i ricci hanno dimostrato di potersela giocare alla pari anche contro le prime della classe, senza alcun timore reverenziale, come ieri, dove il risultato per 21 a 28 li ha visti soccombere, pur uscendo dal campo a testa alta.
Visto che siamo a fine stagione direi che è il momento di tirare le somme ed analizzare quello che è stato il percorso dei nostri ragazzi.
Partiamo dal percorso tecnico:
Maurizio, Rinaldo e Stefano sono stati bravissimi ad amalgamare le tante individualità ereditate ad inizio stagione trasformandole in una bella squadra che sa giocare a rugby e coinvolgendo tutto il gruppo a disposizione senza lasciare indietro nessuno.
Sia il gruppo dei 2003, che a settembre si apprestava al difficile salto di categoria esistente tra under 14 e 16 con ragazzi già pronti ed altri meno, che i 2002, con alcuni elementi che l’anno precedente non avevano mai visto il campo, sono diventati colonne della squadra o hanno confermato ciò che di buono avevano già fatto lo scorso anno.
Dal punto di vista umano va rivolto un doveroso ringraziamento allo staff tecnico ed alla società perché i ragazzi che chiudono il biennio, oltre ad essere cresciuti tecnicamente, lo sono anche come uomini grazie soprattutto all’esempio dato da Maurizio, Rinaldo, Stefano, Alberto, Beppi e dagli accompagnatori Stefano e Gianni.
Esempi mai da dare per scontati, visto quello che succede in giro.

Alessandro Nurzia

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information
Add a comment
Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 11 Aprile 2018 10:52 )
 
Valsugana vs Villorba 15 - 17
Scritto da Ilario Zanatta    Martedì 23 Gennaio 2018 08:30    PDF Stampa E-mail
Under 16

Foto squadra U16 1Domenica i nostri Ricci hanno dimostrato caparbietà e voglia di vincere, infatti nella difficoltà non si sono disuniti, anzi hanno tirato fuori gli attributi e sono andati a prendersi la meritata vittoria contro la squadra che 4 giorni prima aveva battuto il Verona nella gara di recupero.
La partita inizia con una prima fase di studio, ma poi è il Villorba ad avere supremazia territoriale mostrando un bel rugby, ma mancando la finalizzazione dell’azione per l’eccessiva foga e, come spesso succede in questi periodi, ogni disattenzione difensiva ci costa cara.
Il primo tempo si chiude a nostro svantaggio per 10-0 avendo subito un calcio ed addirittura una meta a tempo oramai scaduto.
Il secondo tempo inizia con il capitano che mostra ai compagni la strada da seguire andando a realizzare una bellissima meta in posizione angolata. Si riparte, 10-5, con i nostri che continuano ad attaccare a testa bassa, mettendo la freccia ed andando a realizzare una splendida meta al centro dei pali con Puma (Bacchion) e Rovo che trasforma i due punti aggiuntivi, andando sul 10-12.
Sulle ali dell’entusiasmo i nostri ragazzi continuano ad attaccare, realizzando un’altra meta con Rizzi, ma sul 17-10 i ragazzi commettono l’errore di pensare di aver già chiuso la pratica, ed il Valsu ne approfitta realizzando una meta a 3 minuti dal termine che per fortuna non viene trasformata e lascia la partita sul risultato finale di 15 a 17.
Bene così, però la squadra deve capire che dentro ai 5 metri avversari bisogna essere più cinici e che la concentrazione deve essere al massimo sempre e per tutta la partita, perché questi black-out mentali possono compromettere l’enorme fatica che si fa per fare una meta, penalizzando l’enorme mole di gioco espressa.

Alessandro Nurzia

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information
Add a comment
 
Missione compiuta
Scritto da Ilario Zanatta    Martedì 19 Dicembre 2017 10:51    PDF Stampa E-mail
Under 16

Foto squadra U16 1Questo sabato i ragazzi erano chiamati a confermare tutto ciò che di buono avevano fatto vedere contro la Benetton, riuscendoci in pieno dimostrando una maturità raggiunta.
Infatti hanno centrato l’obiettivo con una prova concreta, mostrando una difesa al limite della perfezione
La partita inizia con un primo tempo dove i 30 ragazzi in campo cercano di prendere le giuste misure ad un terreno pesantissimo, ed una palla più simile ad una saponetta che ad un pallone da rugby, e si chiude sul 3-0 per l’Asolo bravo a realizzare un calcio.
Il secondo tempo parte con i Ricci subito decisi a portare la partita in loro favore, infatti vanno subito in meta con Cene, e con il solito cecchino Rovo che trasforma.
Il gioco riprende con l’Asolo che non ci sta ed attacca a testa bassa, ma Poldo (Crosato) con uno splendido intercetto, dentro i nostri cinque metri, si fa tutto il campo e va in meta schiacciando in mezzo ai pali e Rovo che porta la partita sul 14-3.
I segnali dati dai ragazzi sono confortanti, ora devono continuare così senza mollare e lavorare senza voltarsi più indietro.

Alessandro Nurzia

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information
Add a comment
Ultimo aggiornamento ( Martedì 19 Dicembre 2017 13:49 )
 
Benetton vs Villorba Rugby 43 - 23
Scritto da Ilario Zanatta    Domenica 10 Dicembre 2017 23:26    PDF Stampa E-mail
Under 16

Foto squadra U16 1Dopo una settimana molto difficile per i ragazzi e lo staff, che oltre agli infortuni deve fare i conti anche con le influenze che debilitano parte della squadra, arriva il difficile impegno contro la Benetton in Ghirada.
Che sarebbe stata un’altra squadra, rispetto alle altre partite, si vede immediatamente, infatti i ragazzi sono scesi in campo affamati e aggressivi, mettendo subito in difficoltà i primi della classe e con un inizio fulminate si portano sul 10-0 grazie ad un calcio ed una splendida meta di Rovo (Roveda) che non si emoziona e la trasforma.
Verso metà del primo tempo arriva l’infortunio di Bianco (Bianchin), che lascia il posto a Isi (Perego) ancora febbricitante (anche Zaza ha giocato tutta la partita con la febbre).
La seconda parte del primo tempo vede le due mete della Benetton che si porta in vantaggio, ma l’ultimo sussulto del primo tempo è gialloblù con Roveda che trasforma un calcio da posizione siderale e porta le squadre al riposo con un sorprendente 14-16 per il Villorba.

Il secondo tempo parte con i biancoverdi che attaccano a spron battuto e, complice anche un giallo che ci fa giocare la prima parte in 14, marcano quattro mete che li fanno prendere il largo (solo nel punteggio però). I nostri comunque non mollano e vanno in meta con Breda (Bredariol) ed il solito Roveda che trasforma fissando il risultato finale sul 43-23.
Nonostante il risultato i ragazzi hanno evidenziato un grande carattere esprimendo un gioco spumeggiante e dimostrando di non essere inferiori a nessuno, quando vogliono.
Continuando a giocare così riusciranno a togliersi molte soddisfazioni, mettendo in evidenza le loro enormi qualità e soprattutto proseguendo il percorso di crescita tecnica ed umana auspicato da società e staff tecnico.

Alessandro Nurzia

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information
Add a comment
 
Si riparte!
Scritto da Ilario Zanatta    Lunedì 20 Novembre 2017 08:23    PDF Stampa E-mail
Under 16

Foto squadra U16 1Sabato finalmente i ragazzi hanno giocato come invocato la scorsa settimana, ossia come un branco di lupi dove ciascuno ha lavorato per il collettivo, anche perché la partita presentava delle insidie e si rischiavano delle brutte figure, viste anche le pesanti assenze.
Il primo tempo inizia con una fase di studio, ma i nostri ragazzi hanno il giusto piglio, e grazie ad una difesa granitica portano la Tarvisium sempre più dietro fino ad arrivare alla meritata meta realizzata da Zazza (Merzagora M.); la nostra pressione continua con la seconda meta di Bianco (Bianchin) che ci porta a chiudere il primo tempo sul 10-0. La seconda parte di gara inizia con una meta della Tarvisium che accorcia sul 10-7, ma “ il branco di lupi” non perde la lucidità e continua a macinare gioco andando in meta prima con Puma (Bacchion) e poi con Bosco (Boscato) entrambe trasformate da Fio (Krsul) chiudendo la partita sul 24-7 e prendendo anche il punto di bonus.
Ci auguriamo che la prestazione sia il punto di partenza per un proseguio di campionato che possa vedere la squadra nelle posizioni di classifica che merita: l’obiettivo è alla portata, ma servono umiltà, impegno costante, collettivo e coesione.
Vorrei concludere lanciando un messaggio ai nostri giovani citando un grande uomo di sport :
HO CONOSCIUTO CENTINAIA DI ATLETI.
ALCUNI VINCENTI. ALTRI PERDENTI.
LA DIFFERENZA ?
I VINCENTI TROVANO SOLUZIONI
I PERDENTI CERCANO ALIBI
(JULIO VELASCO)

Alessandro Nurzia

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information
Add a comment
 


Pagina 1 di 19
Seguici su Facebook
Visita il nostro canale

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information