joomla template

Domenica 20 Agosto 2017
Under 18
Finale Coppa Primavera, e fine attività a 15
Scritto da Ilario Zanatta    Lunedì 05 Giugno 2017 21:22    PDF Stampa E-mail
Under 18

Foto squadra U18 2016-2017A Rovigo finale a senzo unico della Coppa Quaglio, ove i Ricci subiscono una delle peggiori sconfitte dell'anno, da un Mogliano ben determinato, autorevole e dilagante.
Il punteggio di 45 a 0 (7 le mete concesse ai Leoni) la dice lunga sul (poco) valore della nostra prestazione, segnata da tanti errori individuali, ma anche viziata da troppo individualismo, e poco rispetto delle consegne della panchina.
Davvero peccato aver concluso così l'attività di rugby a 15 in un anno che, pur tra sofferenze e difficoltà, ci ha visto comunque competere nel gotha della categoria, tenendo duro tra squadre fortissime, espertissime, titolatissime. Spesso abbiamo subito, ma anche ci siamo presi qualche soddisfazione, abbiamo accumulato esperienza, e alla fine abbiamo raggiunto l'acceso al barrage per giocare in élite anche il prossimo anno (da ieri, sappiamo che sarà col Verona).
Sarà un'estate di impegno e di rafforzamento, quindi, per elevare la qualità dei singoli, ma soprattutto, rafforzare il senso del collettivo. Ribadendo i concetti fondamentali che, da sempre, fanno la differenza: basta a pressapochismi, presunzione, superficialità, supponenza. Piuttosto: tanto lavoro, maggiore umiltà, più spirito di abnegazione di ogni giocatore: ciascuno al servizio della squadra.
Della giornata di ieri, terremo cari comunque alcuni ricordi: il piacere di rivedere finalmente in campo, dopo lunga assenza per seri infortuni, due grandi come Giovanni e Marco. E il saluto grato rivolto al congedante mitico '98: annata di ragazzi meravigliosi, che hanno dato tantissimo alla nostra Società, cui auguriamo i migliori successi nel loro futuro di giocatori e di uomini.

Fabrizio Michelini

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information
Add a comment
 
Torneo Seven a San Donà
Scritto da Ilario Zanatta    Lunedì 29 Maggio 2017 07:39    PDF Stampa E-mail
Under 18

Foto squadra U18 2016-2017Per alcuni, dentro il campo o ai bordi, è stata una scoperta; per altri, più navigati e di mondo, un amarcord di bei tempi, quando, finito l'anno sportivo ufficiale e conclusi i campionati "seri" di rugby union, usava prender parte a tornei di rugby seven. Impegni estivi veloci, da consumarsi nella frescura serotina, magari occasione per incontrare, mescolati tra gli umani, giocatori extraterrestri di alto livello, in un clima ancora di competizione, ma più rilassato e, appunto, estivo.
Naturalmente, quando si entra in campo, l'impegno sportivo c'è tutto: grande intensità, continuo movimento di palla e di gambe, fiato che, per quanto tu sia allenato, manca subito, e rende incredibilmente eterni i 14 minuti totali di gara (e meno male che ci sono i cambi continui). E ancora: occorre imparare, prima possibile, il modo giusto di muovere in attacco e soprattutto in difesa: con tante praterie a disposizione, se sbagli un placcaggio, quasi mai c'è possibilità di metterci una pezza.
Questo il sapore e i contenuti sportivi del torneo seven U18 di sabato, ottimamente organizzato presso il campo Pacifici di San Donà, prima tappa di altri appuntamenti, che seguiranno nel corso dell'estate.
Sei i partecipanti, e tutti di rango: i padroni di casa del San Donà, Cus Padova, Paese, Valsugana, Mirano, e Villorba, divisi in due gironi, con semifinali e finali a seguire.
Per la cronaca, la vittoria è andata meritatamente al Valsugana, la squadra che si è dimostrata maggiormente a proprio agio con lo stile del Seven, davanti a un buon Paese.
Nelle quattro partite giocate, I Ricci subiscono di poco il Valsugana e battono nettamente il Mirano nel girone; perdono con dignità contro il Paese in semifinale, e superano nettamente il San Donà nella finale terzo-quarto posto.
Conclusione: Villorba terzo.

Fabrizio Michelini

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information
Add a comment
 
Coppa Primavera
Scritto da Ilario Zanatta    Domenica 21 Maggio 2017 21:33    PDF Stampa E-mail
Under 18

Foto squadra U18 2016-2017Consentitemi uno sfogo.
Giocare mercoledì la prima partita della Coppa Primaverile Facoltativa U18, e scoprire, partita in corso, che quella gara con gli amici del Mogliano sarebbe stata l'unica della Coppa, è stato abbastanza avvilente.
Possibile che su 34 squadre ormai del tutto libere dagli impegni del campionato, solo sei si siano iscritte all'impegno primaverile? Possibile che, di queste sei, una alla volta, ben quattro abbiano scelto di gettare la spugna, alcune all'ulimo minuto, trasformando una tradizionale, simpatica e utile attività primaverile in un tête-à-tête tra Mogliano e Villorba?
Possibile che non si possa organizzare diversamente, valorizzando l'appuntamento, se non altro per onorare degnamente la figura di quel grande del passato cui la Coppa è intitolata?
Lo so: vi sono difficoltà, impegni scolastici, infortuni, ma non credo siano più di altri anni. Stanchezza? Forse, ma ricordo che i gironi Under 18 comportano al massimo 18 striminzite partite di campionato, distribuite nell'intero anno sportivo: un impegno abbastanza misero...
Naturalmente, non ho risposte a tutte queste (non retoriche) domande, men che meno soluzioni, ma forse varrebbe la pena spendere qualche riflessione sullo stato del rugby veneto, e in particolare, sul tipo di spirito sportivo che coltiviamo -collettivamente- nelle societa, e quindi, per osmosi, trasmettiamo ai ragazzi. Interogarsi sulla voglia di giocare (e di far giocare), che talvolta non sembra così bruciante, specie quando in palio non vi sono ghiotte motivazioni di classifica o di prestigio societario.
Passo alla partita, che è stata alquanto mediocre, giocata da due squadre che si sono misurate più che sul (poco) gioco prodotto, sul numero di errori. Sfortunatamente, ne abbiamo commessi più noi, consentedo una prima fuga del Mogliano nel primo quarto (due mete, tasformate). Villorba in qualche modo reagisce con un piazzato e due mete: la prima, con Bos rapido a ghermire un pallone calciato al largo, la seconda, in maul: il pack avanza bene e Cocca trova lo spazio per schiacciare a terra.
Siamo di nuovo in partita, sul 14 - 13, e ci restiamo a lungo, ma putroppo per noi, la serie degli errori non è finita, e, in prossimità del fischio, concediamo tre facili opportunità, che i Leoni, giustamente, non si fan sfuggire.
Punteggio finale 33 a 13 (5-3).

Fabrizio Michelini

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information
Add a comment
 
Ricci sconfitti con onore da un buon Mogliano, nella nona di ritorno
Scritto da Ilario Zanatta    Lunedì 24 Aprile 2017 21:10    PDF Stampa E-mail
Under 18

Foto squadra U18 2016-2017Partita segnata da un pessimo avvio della nostra squadra, che nei primi venti minuti subisce a freddo una serie micidiale di quattro mete. Il Mogliano sembra avere una marcia in più, per velocità e prestanza, ed è bravo a mettere pressione, e costringere i nostri a ripetuti errori che paghiamo salati.
Il tabellone, subito pesante, e un cartellino giallo che ci pone in inferiorità numerica, fanno temere una partita a senso unico; invece, poco a poco, dal secondo quarto in poi, i Ricci riprendono in mano il filo del loro gioco, dando vita ad una partita che diviene piacevole, e tanto più equilibrata quanto maggiormente riusciamo (finalmente!) a far viaggiare il pallone, sfruttando tutta la larghezza, ed esibendo sprazzi del bel gioco impostato dai tecnici.
Alla fine, anche i punti arrivano: quattro mete quattro (Rasera, Feletto, Bisetto e Rigato), di pregiata fattura alcune, altre più avventurose, che, nonostante due ulteriori segnature pesanti dei Leoni, ci fanno restare in partita fino al fischio del sig. Cagnin sul punteggio finale di 22 a 34 (4 mete a 6).
Per tanti aspetti, l’ultimo appuntamento di campionato somiglia all’ultimo giorno di scuola: interessa il risultato del giorno, ma è anche un momento di passaggio, di avvicendamento delle annate, di saluti e ringraziamenti, e occasione in cui è d’uso considerare il percorso compiuto in un anno di lavoro.
Prima ancora delle valutazioni di classifica, credo sia innegabile che dalla situazione difficile di inizio campionato, grazie alla dedizione e al lavoro dei ragazzi, e merito della serenità e delle competenze - tecniche ed umane - dei tecnici, oggi la squadra sia cresciuta in fiducia nel gruppo, autostima, e gioco, nonostante l’estrema durezza del girone in cui si è militato (anzi: a mio parere, proprio l’alto livello delle sfide è palestra ideale di crescita).
Il nono posto in classifica ci salva dalla retrocessione automatica, e ci consegna al barrage, che giocheremo con la squadra composta della nuove annate, contro avversari di certa qualità.
Faremo in modo di prepararci al meglio, per onorare l’impegno, e la maglia giallo-blù che indossiamo.

Fabrizio Michelini

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information
Add a comment
 
Amichevole Internazionale
Scritto da Ilario Zanatta    Domenica 09 Aprile 2017 22:12    PDF Stampa E-mail
Under 18

Amichevole 07.04.2017-001Ancora un appuntamento di rugby internazionale per la nostra U18, che, approfittando della pausa di campionato, venerdì 7 ha ospitato al Palaverde i pari età de St. Mary’s College.
Il St.Mary’s è un College situato a Rathmines, quartiere della prima periferia meridionale di Dublino, in gran tour con le sue tre (3!) squadre di rugby union.
Al contrario, a causa di infortuni, recuperi, gite e impegni scolastici vari, la formazione schierata dal Villorba è stata quanto mai striminzita, e vistosamente carente in ruoli chiave.
Ne risulta un match bipolare: il primo tempo è tutto irlandese, in cui commettiamo molti errori, lasciamo spazio e iniziativa agli ospiti, che sono bravi ad approfittarne. Nel secondo tempo i nostri si organizzano meglio, ci mettono un po’ più di voglia, e la differenza si vede.
Il cartellino di Filippo Russo (sempre disponibile ad arbitrare le nostre amichevoli) alla fine segnerà 28 a 45.
Come sempre, in queste occasioni, il terzo tempo è particolarmente simpatico, con mutui complimenti, foto ricordo, volonterosi tentativi di dialogo al meglio delle nostre (in)capacità linguistiche, scambio di omaggi, e... giri di birre.

Fabrizio Michelini

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information
Add a comment
 


Pagina 1 di 10
Seguici su Facebook
Visita il nostro canale

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information