joomla template

Lunedì 20 Maggio 2019
Siamo in Elite!!!
Scritto da Ilario Zanatta    Lunedì 11 Giugno 2018 13:01    PDF Stampa E-mail
Under 18

Trofeo Toni Piazza2È fatta. L'obiettivo di riportare il Villorba nel girone di élite è raggiunto. A nove mesi dall'infausto esito del barrage di settembre con il Verona, la promessa formulata da ragazzi, staff e società, di fare il possibile (e tentare anche l'impossibile) per tornare subito in alto, “là ove osano le aquile", è stata onorata.
Villorba si impone su un arcigno Casale, vincendo il prestigioso Trofeo Toni Piazza, nel bel campo neutro dello Stadio Pacifici di San Donà (grazie dell'ospitalità!), al termine di una partita quanto mai sofferta e tirata dal primo minuto all'ultimo, in cui la palpabile tensione, propria di una finale, ha forse tolto qualcosa in termini di qualità e precisione del gioco espresso dalle due compagini, ma ha grandemente ricompensato con tanta fierezza agonistica, buona intensità e un susseguirsi inusitato di colpi di scena.
Le danze le apre subito il Villorba, che parte bene, esibisce una difesa concentrata, si ripropone, e guadagna un calcio, che Simonaggio trasforma. Il vantaggio è bello, ma dura poco: dopo 4' è il Casale a trovale la via dei pali, una prima volta, e una seconda dopo altri 15'. Quindi ancora Caimani, che riescono a sfruttare un pasticcio difensivo, guadagnando una meta, molto laterale, che non viene trasformata: 3-11.
Villorba gioca, ma soffre lo spezzettamento delle azioni, non riesce ad aumentare il ritmo come vorrebbe, e chiudere le fasi come dovrebbe. Si guadagna un calcio, ma i Casalesi a loro volta ne ottengono subito uno, sono le marcature pesanti che non arrivano, anche se giungiamo così vicini da sentirne il profumo. Si va al riposo 6-14.
È nella seconda metà, che gli equilibri si spostano: dopo una bella touche organizziamo una maul che fa strada, e permette a Granzotto l'agognato tocco a terra, che Simonaggio è abile a trasformare, da posizione davvero difficile: 13-14!
I Ricci sono nettamente in crescita, mentre i Caimani sembrano leggermente logorati, e pagano anche problemi di disciplina (due i gialli). Guadagniamo un calcio che ci porta nuovamente davanti: 16-14, ma sciupiamo poco dopo concedendo, a nostra volta, 3 punti, e l'effimera primazia.
Villorba preme bene, sempre più mobile, penetrante e manovriero: ormai si gioca prevalentemente "di là", ma l'orologio incombe, e c'è uno stramaledetto bisogno di fare punti, e di farli subito!
Dopo tanti tentativi di passare, muovendo palla ed esplorando tutta la larghezza, è Randazzo, a trovare il varco, e segnare una meritata meta centrale, che, con la trasformazione di Simonaggio, ci fa finalmente sorridere. Un ultimo piazzato, sempre di Simonaggio ci permette di arrivare al fischio liberatore della signora Catagini nella tranquillità del sopra-break.
Partita di grande soddisfazione, che tutti ricorderemo: per il valore e il carattere dell'avversario, che ci ha reso veramente molto duro il compito di ribadire, nella finale, il divario emerso nel corso del campionato.
Per la forza e la determinazione dei nostri Ricci, che hanno costruito il risultato con umiltà e sacrificio esemplari, lottando pallone dopo pallone, e ribaltando, poco alla volta, un risultato che sembrava acquisito, ma solo a chi non ne conoscesse il temperamento e la forza mentale.
Ma terremo memoria della giornata anche perché segna la fine di cicli: quello dei mitici "ragazzi del '99", quelli delle mille battaglie condotte indossando le maglie ricce (un ricordo tra tutti: prima annata gialloblu in una finale del Trofeo Topolino), e che ieri han giocato la loro ultima partita in giovanile: siamo fieri di voi, di quello che siete, ma anche del lavoro dei vari team del Villorba: evidentemente è stata fatica ben spesa.
Termina anche un altro ciclo: quello del nostro head coach Sergio Kelemenic, che nella prossima stagione, nostro malgrado, non sarà più con noi. A Sergio formuliamo un ringraziamento davvero non formale, per il tanto che ci ha regalato in questi anni, e i migliori auguri di successo nella importantissima responsabilità cui è stato chiamato.
È a Sergio Kelemenic, congiuntamente a Martin Jensen e a Christian Barattin che dobbiamo la crescita tecnica e mentale che ci portato al risultato odierno. A Ermanno Gallo il merito di aver costruito atleti fisicamente a posto, che riescono a giocare davvero fino all'ultimo minuto, e a Federico Pizzolato, quello della gestione e trattamenti ottimali degli infortuni occorsi durante l'anno.
Ancora, come non ricordare di quest'anno le altre figure: a partire dal generoso, infaticabile ed entusiasta gruppetto di accompagnatori, allo splendido plotone di genitori, parenti, amici, morose, un collettivo di volontari, disponibili e organizzati, che non solo hanno contribuito grandemente al risultato, ma han reso bello e piacevole vivere l'ambiente e il gruppo.
Infine, è un dovere, che volentieri assolvo, il ringraziamento alle Società, con i loro dirigenti e tecnici, con le strutture, servizi, club, segreterie, etc., che sono state a fianco della squadra, sempre presenti ogni qualvolta servisse, ma con la discrezione e la sensibilità di lasciare lo staff lavorare in serenità e autonomia. Società è -non a caso- un plurale: siamo in èlite anche grazie all'apporto dei giocatori, dirigenti e accompagnatori del ASD Rugby Conegliano. Una collaborazione esemplare tra due Società che oggi condividono il merito e la gioia della giornata, e la volontà di perseguire (e la fiducia di raggiungere), nella prossima stagione, altre e ancor maggiori soddisfazioni.

Fabrizio Michelini

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information
Ultimo aggiornamento ( Martedì 19 Giugno 2018 08:18 )
 
Seguici su Facebook
Visita il nostro canale

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information